Aggressione a tre Guardiacoste dell’Ufficio Locale Marittimo di Marina di Camerota da parte di un branco di giovani del posto deferiti all’Autorità Giudiziaria.

Questa Associazione Sindacale non può esimersi dall’esprimere profonda solidarietà e sentita vicinanza ai colleghi dell’Ufficio Locale Marittimo di Marina di Camerota per l’aggressione subita nel mese di giugno 2020.
I tre militari durante il loro servizio notarono la presenza un branco, composto da sei giovani, che infastidivano una ragazza del posto, a cui venivano rivolte offese di vario genere. I militari sono immediatamente intervenuti al fine di calmare i componenti del branco e si sono posti a tutela della ragazza oggetto delle vessazioni, ma i sei giovani anziché desistere hanno iniziato ad inveire verso gli stessi.
Gli eventi sono degenerati repentinamente in minacce sino all’aggressione fisica dei tre Guardiacoste, i quali benché in numero inferiore agli aggressori sono, comunque, riusciti a preservare l’incolumità della povera malcapitata.
Il Comando della Guardia Costiera di Marina di Camerota nell’immediatezza ha identificato gli aggressori, nell’ambito di accurate indagini, i quali sono stati deferiti alla competente Autorità Giudiziaria.
La deplorevole disavventura capitata ai militari del Corpo dimostra l’incessante opera che i Guardiacoste svolgono quotidianamente a favore dei cittadini e delle Istituzioni, sia in mare che su terra ferma, vedendoli sempre più spesso esposti a grave rischio.
Si auspica che quest’ulteriore attestazione della professionale e dell’utilità sociale, svolta dai militari della Guardia Costiera, possa essere elemento di seria riflessione dell’apparato politico nel valutare una seria e profonda riqualificazione giuridica delle attribuzioni della Guardia Costiera.
Esprimiamo piena solidarietà anche al Comandante dell’Ufficio Locale Marittimo di Marina di Camerota, sicuri che potrà contare sul supporto dei Comandi sovraordinati.
Il SI.NA.G. rende disponibili i propri legali a favore dei colleghi coinvolti per l’assistenza legale nella costituzione di parte civile, nel cui giudizio si costituirà a loro fianco.

Roma, 21 Febbraio 2021
                                                                                                                      La Segreteria Nazionale del SI.NA.G.